Molestia Burocratica

Ascoltare i ragazzi e girare per le scuole in Italia dà la misura di quella che ho chiamato “congiura”, banalmente di come consideriamo e di come trattiamo i bambini e i ragazzi, di quale rispetto abbiamo nei loro confronti.

È davvero il luogo dell’assurdo, dove la retorica digitale crolla miseramente: c’è il videoproiettore in aula magna ma non ci sono i pennarelli in classe, i laboratori sono perennemente chiusi o vuoti, le palestre risultano inagibili alla prima pioggia, le cartine geografiche appaiono a dir poco datate, ecc. e se ne vuoi uscire per visitare un museo o un quartiere è più difficile che scappare di prigione tale è la mole di oneri necessari fra permessi, assicurazioni, liberatorie, adulti accompagnatori, autobus privati, ecc. Anche tacendo l’assurdo sistema delle graduatorie nazionali per assegnare le cattedre – quanti insegnanti si vedono sfilare i ragazzi nel corso ...